News

Ottobre è il mese della riparazione della pelle Giuliani ha sviluppato Skin Recovery System, un protocollo studiato per la riparazione dai danni del sole.

Ottobre è il mese della riparazione della pelle Giuliani ha sviluppato Skin Recovery System, un protocollo studiato per la riparazione dai danni del sole.

Ottobre è il mese della pelle, il momento in cui pensare alla sua riparazione dopo il periodo estivo. Per questo motivo Giuliani, una delle aziende leader del mercato dermatologico, ha ideato un nuovo protocollo per prendersi cura della pelle dopo il rientro dalle vacanze e in preparazione per l’autunno. Un trattamento pensato appositamente per la prevenzione dei danni da cheratosi attinica.

LA CHERATOSI ATTINICA

È dovuta alla proliferazione di cheratinociti trasformati in senso neoplastico a livello dell’epidermide come risultato dell’esposizione cumulativa ai raggi UV solari.
Questi ultimi sono attivi in ogni fase del processo di cancerizzazione (iniziazione, promozione e progressione) e sono costituiscono la patogenesi per:

  • Immunosoppressione
  • Mutazioni del gene oncosoppressore p53
  • Danno DNA dei cheratinociti
  • Infiammazione

Le cheratosi attiniche si presentano come delle lesioni dall’aspetto ruvido in quelle aree cronicamente esposte al sole (viso, mani, decolletè, teste calve).

Sono considerate dei carcinomi squamocellulari in situ (non solo cioè solamente delle forme precancerose); per quanto non tutte le cheratosi attiniche diventino carcinomi squamocellulari, la maggior parte dei carcinomi squamocellulari originano da cheratosi attiniche(1)

È noto comel’80% dei carcinomi cutanei non-melanoma sia prevenibile (2) attraverso la protezione solare e la corretta educazione all’esposizione solare (durata, ambiente, tempo libero ecc.

Skin Recovery System:
La risposta di Giuliani alla prevenzione delle cheratosi attiniche

MONODERMA’ C10, con Vitamina C pura alla concentrazione del 10% apporta benefici alla pelle notevolmente descritti quali

  • Azione esfoliante e schiarente sulle macchie dovute ad iperpigmentazione
  • Stimolazione del collagene con conseguente effetto anti-aging
  • Fotoprotezione da UVA e UVB
  • Promuove i processi di rigenerazione cellulare

KERA’ K1, specifico per il trattamento delle forme precancerose cutanee piane e coadiuvante nel trattamento dell’invecchiamento cutaneo. La sua formulazione contiene

  • ACIDO LATTICO, con caratteristiche esfolianti e idratanti che ripristinano i normali processi di cheratinizzazione e rigenerazione cellulare
  • ACIDO OCTATRIENOICO, dall’elevato potere antinfiammatorio e antiossidante, in particolare contro i ROS UV-indotti

RISULTATO DEL TRATTAMENTO COMBINATO
recupero dei cheratinociti con conseguente riduzione delle cheratinizzazioni visibili
attività antiossidante e fotoprotettiva contro i danni causati dai raggi ultravioletti
riduzione dei segni visibili dell’invecchiamento cutaneo dovuto all’eccessiva esposizione al sole
riduzione delle discromie cutanee con conseguente colorito più uniforme

L’EFFICACIA È DIMOSTRATA

Test in vitro su modelli di pelle ricostruita dimostrano l’attività sinergica di Kerà K1 e Monodermà C10 nella riduzione dell’apoptosi sui danni introdotti dalla radiazione UVs con conseguente riduzione della cheratosi e dei tumori cutanei.

In particolare il marker infiammatorio dell’interlochina 8 (IL-8) ha dimostrato come il trattamento combinato provochi la riduzione dei danni causati dagli ultravioletti che notoriamente causano l’infiammazione

IL TRATTAMENTO È PENSATO PER 

  • Chiunque abbia avuto una esposizione solare superiore ai 15 gg (al mare o in montagna); ma anche nei casi in cui ci sia stata una esposizione al sole combinata con un trattamento farmacologico per una durata superiore ai 10 giorni
  • Chiunque abbia svolto o svolga attività all’esterno con una certa frequenz
  • Nei casi di familiarità con il tumore della pelle
  • Nelle forme di calvizie important

BIBLIOGRAFIA

1 - Goldberg LH, Mamelak AJ. Review of actinic keratosis. Part I: Etiology, epidemiology and clinical presentation. J Drugs Dermatol 2010; 9(9): 1125-32.
2 – Fonte: American Cancer Societ
3 - Singh RK, Gutman M, Reich R, Bar-Eli M. Ultraviolet B irradiation promotes tumorigenic and metastatic properties in primary cutaneous melanoma via induction of interleukin 8. Cancer Res. 1995;55(16):3669-3674

Scarica il PDF
MonoDermà

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra Newsletter